Digital HR Manager: risorse umane e Digital Transformation

23.12.2020
Digital HR Manager: risorse umane e Digital Transformation

Digital HR e la figura del Digital HR Manager

La rivoluzione digitale ha investito molti settori, ha innovato i processi produttivi, ha modificato i modelli di business e ha stravolto i rapporti in azienda, così come il modo di comunicare e collaborare.

La mole di informazioni da trasferire ha subito un incremento esponenziale e la necessità di semplificazione ha portato al rinnovamento di figure molto spesso considerate tradizionali e troppo legate ad aspetti burocratici e amministrativi.

Ridurre la complessità, centrare gli obiettivi di business, ripensare la work experience: sono tutte esigenze che in epoca di Digital Transformation hanno portato allo sviluppo e al consolidamento in azienda di una funzione Risorse Umane al passo con l’innovazione.

Le Digital HR si occupano di gestire il personale in azienda e di governare la trasformazione digitale in un’ottica di supporto ai collaboratori1. In altre parole, le Digital HR si occupano di digitalizzazione2, del cambiamento di mindsetche essa necessita e di tutto ciò che lega persone, processi di gestione delle risorse e tecnologia

A capo della funzione vi è il Digital HR Manager, punto di riferimento per l’introduzione di nuove metodologie di design-thinking, per l’assimilazione di nuove modalità di lavoro e per l’integrazione di piattaforme digitali e nuovi tool per la gestione delle risorse umane. 

 

Digital HR Manager: di cosa si occupa 

Il suo ruolo e le sue responsabilità possono variare in base alle dimensioni dell’organizzazione di riferimento. In aziende più piccole, per esempio, la comunicazione è agevolata e il cambiamento può avvenire con più facilità. Nelle aziende di maggiori dimensioni, invece, i processi possono essere più complessi, avere una durata più o meno lunga ed essere più resistenti al cambiamento. In ogni caso, il suo principale obiettivo riguarda la digitalizzazione dei processi HR (recruiting, training, evaluation, employer branding, employer retention, education...)

In particolare, il Digital HR Manager si occupa di:

  • Dare vita e dirigere team digitali che si occupino di gestione del personale in ambienti dinamici e sempre più innovativi.
  • Promuovere la social collaboration e l’innovazione in azienda, introducendo nuove metodologie e nuovi tool di lavoro.
  • Creare un great place to work, ovvero un luogo di lavoro stimolante, che favorisca la socialità e allo stesso tempo la produttività, anche grazie alla presenza di strumenti digitali che semplificano le comunicazioni.
  • Digitalizzare i processi di selezione, con l’introduzione di strumenti che facilitino l’onboarding dei nuovi dipendenti, i colloqui virtuali e i test da remoto. 
  • Utilizzare la People Analytics (o HR Analytics), ovvero l’utilizzo di dati, statistiche e analisi per la formulazione di studi e modelli predittivi sul comportamento umano. 
  • Ottimizzare la comunicazione interna grazie all’utilizzo di canali e strumenti digitali innovativi.
 

Competenze e formazione di un Digital HR Manager

Per diventare Digital HR Manager servono competenze in ambito di gestione delle risorse umane e, in generale, di processi HR, conoscenze tech e digital, visione strategica e mentalità globale. Tutte queste hard e soft skill si acquisiscono attraverso l’esperienza e percorsi formativi specifici. 

Tipicamente, un Digital HR Manager è un professionista che ha concluso un percorso accademico in materie umanistiche o in Ingegneria Gestionale, ha proseguito gli studi orientandosi verso percorsi più tecnici (Digital HR, Comunicazione, HR Methodologies e Agile…) e ha maturato anni di esperienza in azienda nell’ambito della gestione del personale. 

Sebbene si tratti di un profilo a tutto tondo, è possibile individuare alcune sue principali competenze:

  • Conoscenza delle modalità di implementazione delle varie metodologie digital legate al recruiting, training, performance, organization e internal communication.
  • Ottime capacità comunicativo-relazionali.
  • Spiccate capacità di problem solving.
  • Profonda conoscenza del quadro normativo che regola i vari processi a livello aziendale.
  • Esperienza nell’utilizzo degli strumenti di UX Design e HR Analytics.
  • Padronanza del lateral thinking e del visual thinking.
  • Conoscenza di tool e modalità di lavoro agile.
  • Capacità di gestire in chiave digital i vari processi HR (social media recruiting, onboarding, employer branding, induction/retention, education...).
  • Conoscenza dei principali software per la gestione dei pagamenti (Payroll Software), dei più diffusi Talent Management Software e dei Learning Management System (LMS) più adatti alla propria azienda. 

 

Fonti
1. Digital HR: cosa sono, a cosa servono e nuove strategie, digital-coach.it
2. L’HR del futuro un leader per la digital transformation, digitaltransformation-risorseumane.talentgarden.org
3. Il Digital HR come attore responsabile nella digital transformation, digitaldictionary.it

Benvenuto.