IT Manager: di cosa si occupa e quali skill possiede

25.07.2023
IT Manager: di cosa si occupa e quali skill possiede

IT Manager: il contesto in cui opera

L'IT Manager è il professionista specializzato nell'amministrazione e nella gestione dei sistemi informatici all'interno di un'azienda. Precisamente, l’IT Manager è responsabile dello sviluppo e dell'implementazione delle strategie IT, nonché della supervisione delle operazioni quotidiane del reparto informatico: egli dispone di una visione globale dei processi aziendali e, in questo modo, riesce a garantire un supporto adeguato all’intera struttura e ad assicurare l’ottimale collaborazione tra l’area tecnica e il resto dell’organizzazione. 

Negli ultimi anni, la funzione IT ha acquisito un ruolo sempre più centrale nella strategia di business, portando l’IT Manager ad assumere molta più importanza nel management aziendale. Digitalizzazione dei processi, corretto utilizzo dei software a disposizione, integrazione tra i sistemi informativi: tutto ciò coinvolge allo stesso modo aree differenti, le quali hanno bisogno di essere guidate e supportate da un management con una visione a 360° di ciò che avviene in azienda. 

IT Manager: di cosa si occupa

L’IT Manager è responsabile dei servizi IT e si occupa principalmente della manutenzione e della gestione generale dei sistemi informativi. L’IT Manager si occupa ulteriormente dell’aspetto consulenziale: consigliare soluzioni software adatte all’azienda, fornire strumenti ottimali per la gestione dei dati e delle informazioni e suggerire strategie di sicurezza adeguate sono alcune delle sue responsabilità.

In particolare, tra le sue principali mansioni vi sono:

  • Gestire il team tecnico, assegnando i task, valutando le prestazioni e sviluppando piani di formazione; 
  • Monitorare i sistemi IT già presenti in azienda, pianificando e sviluppando eventuali interventi di empowerment;
  • Sviluppare nuovi progetti IT, supervisionando la pianificazione, l'esecuzione e il monitoraggio e garantendo il rispetto dei tempi, dei budget e degli obiettivi stabiliti;
  • Programmare la configurazione di nuovi device e nuovi software;
  • Verificare la corretta gestione dei database aziendali;
  • Mettere a punto strategie di Cyber Security adeguate;
  • Verificare il corretto funzionamento di software per la sicurezza
  • Redigere linee guida, protocolli e procedure funzionali;
  • Gestire il budget affidato all’area tecnica;
  • Identificare e gestire eventuali nuove esigenze aziendali che coinvolgono o che potrebbero coinvolgere il reparto IT;
  • Collaborare costantemente con il resto del management;
  • Supportare a livello tecnico le diverse funzioni aziendali, risolvendo eventuali problemi hardware e software e garantendo un ambiente di lavoro efficiente e sicuro.

Le competenze dell’IT Manager

L’importanza del ruolo aziendale ricoperto dall’IT Manager è andata ad aumentare sempre di più, fino a al punto in cui - in alcune aziende - questo professionista è diventato parte integrante della strategia di business. La sua funzione di IT governance si fonde agli aspetti tecnici che lo caratterizzano dando vita a una figura di supporto per i processi e centrale nella gestione aziendale.

Tra le principali competenze tecniche che l’IT Manager dovrebbe possedere vi sono:

  • Conoscenza dei linguaggi di programmazione più comuni;
  • Conoscenza dei principali pacchetti gestionali;
  • Competenze sistemistiche;
  • Competenze in ambito Cyber Security1;
  • Competenze in ambito Software Engineering2;
  • Conoscenze base in ambito sviluppo e Web Design.

Per poter mettere in pratica una strategia di business che sia in linea con i trend e che segua i repentini cambiamenti tecnologici, l’IT Manager dovrebbe possedere competenze che eccedono quelle tecniche, cioè le competenze trasversali - che appaiono sempre di più necessarie. Vediamone alcune: 

  • Doti interpersonali e comunicative. L’IT Manager, al fine di riuscire a comprendere le reali esigenze dei suoi collaboratori, dovrebbe saper comunicare con loro e con i responsabili delle varie aree, cercando di immedesimarsi e di individuare le cause di eventuali problematiche3
  • Competenze di project management. Al fine di condurre l’azienda verso performance positive, l’IT Manager dovrebbe saper gestire, per esempio, i progetti, il budget, i compiti del proprio team, i sistemi informativi; 
  • Capacità di problem solving. Questa competenza è importante poiché l’IT Manager si trova a proporre le soluzioni migliori per la risoluzione dei problemi, a gestire e coordinare i progetti in modo da non incorrere in problematiche, a gestire e pianificare la manutenzione della infrastruttura IT, a redigere protocolli e linee guida. 

 

Fonti

1.Il nuovo workplace: prospettive e sfide per gli IT manager, datamanager.it
2.What Skills Are Needed To Be An IT Manager?, financesonline.com
3.IT Manager Skills:7 Traits You Need to Succeed, herzing.edu

Benvenuto.