Principali task, skill e tool del Virtual Reality Developer

14.12.2021
Principali task, skill e tool del Virtual Reality Developer

Di cosa di occupa il VR Developer

La Virtual Reality (VR), assieme alla Augmented Reality (AR) e alla Mixed Reality (MR), si sta diffondendo e sviluppando sempre più, entrando a far parte degli asset di business, facilitando i processi di progettazione e creazione di prodotti e servizi afferenti a molte tipologie di settore (per esempio, automotive, entertainment, learning).

Per Virtual Reality Developer (VR Developer) si intende quel particolare Developer che si occupa di codificare app e giochi che siano immersivi, multisfaccettati e realistici e che possano essere eseguiti su differenti piattaforme1

Il VR Developer tende a possedere skill multidisciplinari utili a sviluppare esperienze destinate a un pubblico differenziato - il quale viene prima analizzato e studiato a livello comportamentale e poi viene coinvolto a livello psico-emotivo2

Poiché il VR Developer racchiude in sé tre differenti anime - quella da Coder, quella da 3D Artist e quella da UX Designer - ne consegue che i VR Developer non siano tutti uguali: dipende dalla specializzazione che ogni VR Developer sceglie di seguire.

 

VR Developer: formazione, skill e tool più comuni

Seppure non esista ancora un percorso accademico ben stabilito per la professione di VR Developer, le lauree maggiormente diffuse in questa categoria risultano essere le seguenti:

  • Informatica;
  • Ingegneria;
  • Ingegneria informatica;
  • Matematica;
  • Architettura;
  • Graphic Design.

Per approfondire i temi relativi al VR Development possono essere utili tool quali SourceTree, GitHub, TurboSquid, Android Studio e Gradle.

Le hard skill maggiormente richieste a un VR Developer sono le seguenti3:

  • Conoscenza delle principali strategie di Game Development, poiché il VR Development, può essere visto come una sua derivazione; 
  • Conoscenza dei linguaggi di programmazione più comuni (Java, C#, Swift,  Python…), al fine di interfacciarsi adeguatamente con differenti ambienti di sviluppo;
  • Conoscenza delle principali tecniche di 3D content production, per esempio modellazione, lookdev, rigging, animazione, lighting, rendering, color correction, compositing; 
  • Nozioni di Sound Design, utili per creare un’esperienza totalmente immersiva e più verosimile possibile;
  • Abilità di Video Editing e Motion Design, per saper produrre render e video a 360°;
  • Conoscenza delle principali tecniche di UI/UX, al fine di sviluppare interfacce adeguate e immersive;
  • Ottima conoscenza della lingua inglese, sia parlata sia scritta;
  • Conoscenza base di neuroscienze.

Sono poi apprezzate esperienze con CAD (Computer-Aided Drafting), video 2D DSLR e dispositivi indossabili (HTC VIVE, Oculus, HoloLens…).

Riguardo le soft skill, invece, solitamente un VR Developer possiede:

  • Passione per l’innovazione;
  • Interesse per i videogame;
  • Capacità di problem solving;
  • Capacità di team working;
  • Capacità di anticipare i desiderata degli utenti. 

Durante il suo lavoro, infine, il VR Developer utilizza tool quali:

  • Oculus Rift;
  • HTC Vive;
  • Gear VR;
  • OpenGL;
  • Cryengine;
  • Unreal Engine;
  • Unity 3D;
  • Google VR SDK.
 

Fonti

1. Skills needed to become a virtual reality developer, globaltechcouncil.org
2. Realtà virtuale, professioni reali: il VR Developer, medium.com
3. Competenze e professioni nella realtà virtuale, tech.uqido.com

Benvenuto.