IT Outsourcing Manager: principali task e responsabilità

27.07.2021
IT Outsourcing Manager: principali task e responsabilità

IT Outsourcing Manager: una breve definizione

La maggior parte delle imprese, per poter svolgere correttamente le attività del proprio core business, necessitano di acquistare, da fornitori terzi, infrastrutture e servizi tecnologici di vario genere.
Con l’espressione IT Outsourcing Manager ci si riferisce a quella figura professionale che si occupa di gestire l’acquisto dei materiali tech e dei software necessari all’azienda, tramite una serie di progetti che l’impresa, per motivi di vario genere, non riesce a gestire al proprio interno o preferisce non farlo e quindi tende a esternalizzare1. Egli, quindi, ricopre una posizione decisionale interfacciandosi con interlocutori esterni all’azienda: queste relazioni dovrebbero essere effettuate in modo strategico al fine di risultare vantaggiose e sostenibili per tutte le parti coinvolte.

Occuparsi del processo di IT Outsourcing Management, dunque, è un compito molto delicato che richiede una buona capacità di comprendere e gestire adeguatamente molteplici processi complessi.

 

Le principali responsabilità dell’IT Outsourcing Manager

Uno dei principali obiettivi dell’IT Outsourcing Manager consiste nell’assicurare all’azienda l’acquisto dei componenti dell’infrastruttura tecnologica al miglior prezzo possibile, in un rapporto qualità/prezzo ottimale, in modo tale che l’azienda si posizioni competitivamente sul mercato tech e digital. Al fine di riuscire a raggiungere questo rapporto qualità/prezzo, è bene che l’IT Outsourcing Manager sia sempre informato su tendenze di settore e andamenti di mercato.

Le responsabilità più comuni di un IT Outsourcing Manager possono essere le seguenti2:

  • Stilare la richiesta di proposta - costituita da descrizione del progetto e tempi richiesti;
  • Definire i budget - per i singoli progetti esternalizzati;
  • Creare i progetti da esternalizzare per conto dell’azienda;
  • Approvare le proposte ricevute dai fornitori;
  • Negoziare i contratti con i fornitori - sia prima sia durante la loro attivazione;
  • Monitorare i progressi nella realizzazione dei progetti;
  • Monitorare le prestazioni dei lavoratori coinvolti nei progetti.
 

L’Outsourcing Manager e i processi IT

Considerando l’ambito IT3 e la sua costante evoluzione e trasformazione - con la continua nascita di nuove tecnologie e upgrade delle tecnologie precedenti - l’IT Outsourcing Manager si trova oggi a gestire nuovi e differenti rapporti sia con i fornitori sia con i clienti. Un esempio di questi cambiamenti possono essere tutti quei servizi che oggigiorno vengono erogati tramite piattaforme cloud. Per questo, l’IT Outsourcing Manager può trovarsi a collaborare, per esempio,  con figure quali il Cloud System Engineer, il Cloud Architect o il Cloud Specialist.

I processi tecnologici e di digitalizzazione, inoltre, hanno visto un grande sviluppo anche in seguito alla pandemia dovuta alla diffusione del Covid 19: la nuova sfida consiste nel riorganizzare il lavoro e i sistemi IT, puntando ad aumentare la digitalizzazione, l’automazione e i processi di outsourcing4.

Esempi di asset informatici gestiti dall’IT Outsourcing Manager possono essere5:

  • Hardware, software e supporto di rete;
  • Managed Security Services (cioè i servizi di protezione dalle minacce);
  • Hosting di siti web;
  • Hosting di server;
  • Servizi di storage;
  • Backup, ripristino e trasferimento dei dati;
  • Sistemi e servizi di help desk.
 

Principali vantaggi dell’IT Outsourcing Management

Esternalizzare alcuni processi informatici, può comportare, per l’azienda, svariati benefici, tra i quali6:

  • Abbattere i costi - relativi al know-how e alla formazione, per esempio;
  • Effettuare investimenti sicuri - riparandosi dalle repentine innovazioni delle applicazioni;
  • Focalizzarsi maggiormente sulle proprie attività core - dimenticandosi i problemi relativi agli aggiornamenti e alla manutenzione dell’infrastruttura;
  • Investire più risorse nella competitività sul mercato;
  • Disporre di tecnologie sempre up to date;
  • Disporre di collaboratori sempre altamente specializzati;
  • Predisporre un'infrastruttura IT omogenea per tutte le sedi internazionali;
  • Coinvolgere dipendenti e manager facendoli diventare parte integrante del processo - senza disperderli in mansioni che non competono loro.

Questi sono alcuni degli innumerevoli motivi per cui un’azienda potrebbe rivolgersi a un professionista specializzato come l’IT Outsourcing Manager.

 

Fonti

1. Chi è e cosa fa l'outsourcing manager. Spiegazione, significato ed esempi 2021, businessonline.it
2. What Does an Outsourcing Manager Do?, practicaladultinsights.com
3. I big dell’outsourcing. Chi sono e cosa fanno?, datamanager.it
4. Digitalizzazione e outsourcing: un movimento accelerato dalla crisi, securities-services.societegenerale.com
5. Outsourcing IT, perché affidare la gestione delle risorse IT a partner esterni, itmanager.space
6. La gestione in outsourcing dell’infrastruttura IT: quali sono i vantaggi?, matika.it

Benvenuto.