Software Architect: cosa fa, compiti e principali competenze

31.03.2021

Il Software Architect progetta e sviluppa funzioni e specifiche dei software in azienda. Analizziamo cosa fa e quali sono le sue principali competenze.

Software Architect: cosa fa, compiti e principali competenze

Software Architect: cosa fa

Il Software Architect è la figura professionale in ambito Information Technology specializzata nella progettazione delle funzioni e delle specifiche dei software. Fra i suoi principali obiettivi ci sono la realizzazione di programmi per soddisfare le esigenze aziendali e il contenimento dei costi di realizzazione di un nuovo sistema.

Il Software Architect studia la soluzione più rispondente alle necessità dell’azienda, definisce le specifiche che i programmi devono avere e realizza il sistema logico dei singoli componenti del software. Il Software Architect cerca di sviluppare software semplici, fruibili, di facile manutenzione e scalabili (in grado di gestire volumi crescenti di elaborazione).

Uno dei principali compiti del Software Architect è lo sviluppo e la manutenzione dei sistemi applicativi aziendali.

Il Software Architect lavora a contatto con altre figure informatiche, in particolare con coloro che si occupano di sviluppare nei dettagli i programmi che lui realizza, come il Software Developer e l’IT Manager.

 

I principali compiti del Software Architect 

Il Software Architect si occupa di progetti dalla presa in carico dei requisiti fino al rilascio finale del software. Può essere coinvolto anche nella fase di pre-sales progettuale. Fra i suoi principali compiti vi sono:

  • Analizzare e interpretare le necessità esplicite e latenti dell’azienda.
  • Elaborare e formalizzare proposte di miglioramento.
  • Valutare la fattibilità delle soluzioni IT dal punto di vista tecnologico ed economico.
  • Definire gli aspetti del ciclo di sviluppo del software e della tecnologia in base agli standard richiesti.
  • Disegnare l’architettura dei sistemi.
  • Disegnare i processi di controllo dell’infrastruttura informativa.
  • Correggere eventuali problematiche legate ai software.

Fra i suoi compiti possono rientrare anche l’esecuzione di testing del software (altrimenti delegata a figure specifiche come quella del Software Tester) e la progettazione di software complessi che includano standard di codifica, tools e meccanismi di automazione.

 

Software Architect: principali competenze

Il Software Architect possiede competenze tecniche relative alla progettazione e sviluppo dei programmi. Fra le sue caratteristiche fondamentali ritroviamo:

  • Conoscenza dei più diffusi linguaggi di programmazione.
  • Conoscenza di base in ambito networking ed economia aziendale.
  • Conoscenza approfondita delle architetture dei sistemi ICT e del mercato ICT.
  • Conoscenza delle procedure di rilascio del software.
  • Abilità di applicazione di metodologie nuove che ottimizzino i sistemi informativi.
  • Abilità nell’utilizzo di tool che favoriscano la collaborazione, il controllo del sistema e la misurazione delle prestazioni.

Fra i pattern architetturali più comuni utilizzati dal Software Architect vi sono:

  • Layered, organizzato a livelli, di cui i più utilizzati sono quelli di presentazione, applicativo, di business, di persistenza e di database.
  • Client-server, composto da due parti (client e server).
  • Master-slave, utilizzato generalmente nei sistemi che richiedono computazioni significative.
  • Pipe-filter.
  • Broker.
  • Peer-to-peer, che prevede la presenza di entità considerate uguali e che possono agire alternativamente da cline o da server
  • Event-source è uno dei pattern utilizzati nei sistemi che utilizzano gli eventi.
  • Model-View-Controller, più conosciuto come MVC e utilizzato in particolare nelle applicazioni e nei framework web.
  • Blackboard.
  • Interpreter, utilizzato soprattutto quando il programma deve interpretare un altro programma scritto con un linguaggio particolare, come SQL o di database query.

Fra le Soft Skill che il Software Architect possiede ritroviamo:

  • Capacità analitica
  • Capacità organizzativa
  • Abilità coordinative e gestionali.
  • Propensione alla collaborazione.
  • Orientamento alla formazione continua.
  • Capacità di innovazione e guida al cambiamento tramite le tecnologie.
  • Capacità di gestire lo stress.
  • Proattività e problem solving.
  • Doti comunicative e relazionali.

Per diventare un Software Architect è consigliabile una laurea in Informatica (LM-18), Ingegneria Informatica (LM-32) o percorsi affini. L’esperienza sul campo fornisce poi un background di conoscenze sempre molto apprezzato nel mondo del lavoro informatico. Questa professione è poi una delle possibili vie che portano a ottenere maggiori responsabilità, come quelle dell’IT Project Manager.

 

Benvenuto.