Blockchain Designer: di cosa si occupa
03.09.2020

Blockchain Designer: di cosa si occupa

La Blockchain è una tecnologia di conservazione e gestione dei dati trasparente e democratica. Grazie all’utilizzo dei principi della crittografia, le informazioni contenute nei “blocchi” della catena risultano immutabili e irreversibili (ogni nuova informazione viene inserita in un nuovo blocco, il quale deve essere validato da tutti i miner della struttura).

Non esistono intermediari e ogni azione è visibile a tutti i componenti del network. La trasparenza è data dall’accessibilità ai dati diffusa e dal consensus-based-decision-making.

 

Il Blockchain Designer in azienda

Nelle aziende maggiormente orientate all’innovazione, l’adozione della tecnologia “a blocchi” è già parte della strategia di business. Estremamente versatile e funzionale, essa si adatta ad ogni tipo di settore e può essere integrata nella strategia aziendale grazie a figure specializzate. 

Tra le figure emergenti nel panorama aziendale legate alla diffusione della Blockchain vi è il Blockchain Designer, con il compito di favorire l’implementazione dei sistemi di Blockchain all’interno dell’azienda. Esperto di design e conoscitore delle DLT (Distributed Ledger Technology), studia i processi aziendali e identifica le nuove opportunità, le quali possono poi essere trasferite e comunicate ai vari membri dell’organizzazione attraverso interfacce grafiche. 

Nel caso del Blockchain Designer, il design va inteso come mezzo utile al trasferimento delle informazioni, alla riduzione della complessità e alla presentazione di idee in modo chiaro e immediato. Può essere definito come il metodo per scovare, definire e risolvere problemi ed eventuali complicazioni. 

Progettare un’applicazione con lo scopo di trasmettere informazioni all’interno di un’organizzazione con più reparti non è affatto semplice. Il Blockchain Designer deve tenere conto del fatto che la conoscenza delle informazioni da trasmettere è funzionale allo snellimento dei processi interni, perciò deve conoscere in maniera approfondita l’organizzazione e le sue caratteristiche, avere ben chiari gli obiettivi aziendali e conoscere il mercato di riferimento.

Le caratteristiche proprie della Blockchain permettono a ogni user di visualizzare e modificare i dati (a seguito del processo di validazione), perciò il Blockchain Designer si impegna nella realizzazione di interfacce intuitive, facili da usare e semplici da gestire. I vantaggi offerti dalle piattaforme DLT sono inutili se non possono essere colti da tutti gli utenti. 

L’introduzione in azienda di un Blockchain Designer provoca dunque un miglioramento dell’efficienza e una riduzione dei costi legati alla risoluzione dei problemi o alla sbagliata gestione dei processi.   

 

Quanto guadagna un Blockchain Designer 

Lo stipendio di un Blockchain Designer in Italia può arrivare a superare i 120 mila euro lordi all’anno. La cifra varia in base a più fattori: gli anni di esperienza nel ruolo, la dimensione dell’azienda, la specificità dei compiti. 

Negli Stati Uniti le cifre sono più alte: uno stipendio annuo può partire da circa 90 mila dollari e arrivare a superare i 130 mila dollari lordi all’anno.