Robotics Engineer: chi è e di cosa si occupa

15.11.2022
Robotics Engineer: chi è e di cosa si occupa

Robotics Engineer: chi è e in quale contesto opera

Il Robotics Engineer viene spesso descritto come una professione del futuro, in realtà, questa figura esisteva già prima dell’avvento della Rivoluzione Industriale 4.0

La parola Robotica deriva dal ceco "robota" (cioè "lavoro pesante"). Il corrispettivo inglese "robotics", comparve per la prima volta in un racconto dello scrittore e ricercatore Isaac Asimov, il quale viene spesso definito il "profeta della robotica" per via delle macchine animate presenti nei suoi romanzi fantascientifici.

A oggi, l’espressione indica una scienza multidisciplinare, nata come branca dell’Ingegneria meccatronica, che studia e verifica i metodi e le procedure che permettono a una macchina di svolgere operazioni. Strettamente correlata all’Informatica e alla Programmazione, la robotica include nozioni di altre discipline - quali Psicologia, Biochimica, Filosofia - e si divide principalmente in Robotica Industriale e Robotica Umanoide.

Il Robotics Engineer progetta, costruisce e collauda macchine capaci di svolgere autonomamente lavori ripetitivi e faticosi per l’uomo grazie all’uso della programmazione e dell’Intelligenza Artificiale.

Tra le mansioni tipiche di un Robotics Engineer rientrano: 

  • La progettazione di software specifici per i sistemi robotici;
  • La scrittura di algoritmi di apprendimento automatico per allenare l'Intelligenza Artificiale robotica;
  • La progettazione, la costruzione, la configurazione e il testing delle macchine;
  • La valutazione continua dei prototipi creati, alla luce dell’evoluzione della tecnologia;
  • L'attività di ricerca su nuovi componenti elettronici e su nuovi programmi da utilizzare.

Formazione di un Robotics Engineer

Per diventare esperto di robotica non esiste un percorso di formazione specifico. Poiché la robotica è una scienza multidisciplinare, le materie da approfondire possono variare a seconda dell’ambito di applicazione1

Generalmente, un Robotics Engineer possiede una laurea in discipline quali2:

  • Ingegneria Robotica;
  • Ingegneria Meccanica;
  • Ingegneria Elettronica.

Inoltre, se si vuole diventare Robotics Engineer è consigliabile, già durante il percorso di studi accademici, accumulare delle esperienze pratiche nella progettazione di robot e nella programmazione dell’AI.

Dopo la laurea, il Robotics Engineer può trovare occupazione sia presso aziende variamente strutturate sia presso istituti di ricerca - sia a livello nazionale sia a livello internazionale - ma può operare anche nella Pubblica Amministrazione o nei servizi di pubblica utilità (che sviluppano servizi di integrazione e automazione). 

Può diventare anche libero professionista e collaborare con le aziende su commissione - progettando e costruendo sistemi robotici utili alla produzione industriale, per esempio3.

 

Fonti

1. Che cos’è un ingegnere di robotica?, spiegato.com
2. Ingegneria Robotica e dell’Automazione: dove e cosa studiare in Italia, sbocchi lavorativi, teknoring.com
3. Come diventare esperto di robotica, automationtomorrow.com

Benvenuto.