Il Webmaster: quali sono i suoi task e le sue skill

06.07.2021
Il Webmaster: quali sono i suoi task e le sue skill

Webmaster: qual è il suo ruolo

Tra le molteplici figure professionali in ambito IT, il Webmaster sta assumendo sempre più rilievo diventando un professionista sempre più richiesto e ricercato dalle aziende che operano all’interno del complesso mondo dell’Information Technology, ma anche da aziende che presidiano altre aree.

Con il termine Webmaster ci si riferisce a colui che si occupa di progettare, creare, mantenere e ottimizzare un sito web. Ulteriormente, il Webmaster studia il mercato digitale al fine di capire le leve utili per posizionare il sito nel migliore dei modi, considerando anche la presenza dei competitor1. 

Questa figura, dunque, è responsabile della gestione del sito da diversi punti di vista - non solo in relazione alla gestione dei contenuti ma anche riguardo ad aspetti tecnici, fiscali e legali.

 

I task del Webmaster 

Le mansioni svolte dal Webmaster sono molteplici e spaziano dalla configurazione del server al design delle singole pagine del sito, dalla programmazione del codice, al monitoraggio degli analytics.

Al fine di svolgere correttamente il proprio lavoro, il Webmaster dovrebbe iniziare ogni progetto con un’attenta analisi del cliente e, soprattutto, studiando i suoi bisogni - è solo grazie a questa fase propedeutica che egli sarà in grado di produrre la migliore soluzione possibile per realizzare un sito funzionale e accattivante, secondo gli obiettivi aziendali del cliente2.

Generalmente, le attività quotidiane del Webmaster rientrano nelle seguenti categorie:

  • Sviluppare siti nuovi o gestire e migliorare siti già creati da altri;
  • Gestire aspetti più tecnici - aggiornare i contenuti tramite CMS, gestire il lato backend, monitorare gli analytics e gestire le mailing list;
  • Controllare il perfetto funzionamento del sito web;
  • Controllare che, complessivamente, le pagine siano fruibili e accessibili per tutti gli utenti, con qualsiasi browser e device;
  • Aggiornare le misure di sicurezza del sito;
  • Ottimizzare l’indicizzazione del sito.

 

Le principali skill del Webmaster

Così come il lavoro del Webmaster tocca ambiti differenti, anche le skill che esso dovrebbe possedere e i tool che dovrebbe conoscere sono molteplici3:

  • Avere nozioni relative al servizio di Hosting;
  • Conoscere linguaggi quali HTML, XML, CSS;
  • Saper utilizzare i plugin dei vari CMS (Content Management System);
  • Ricordare gli standard di qualità W3C;
  • Occuparsi di web design;
  • Intendersi di copywriting;
  • Conoscere le regole di SEO e SEM;
  • Avere conoscenze relative alla content strategy;
  • Possedere nozioni di web marketing.

Per rendere più facile il lavoro del Webmaster, può essere utile che egli possieda anche nozioni basilari in discipline quali marketing, sales, ma anche economia e diritto - questo perché il lavoro svolto da questa figura professionale e le aree di appartenenza dei suoi clienti si ritrovano in differenti settori.

Infine, il Webmaster deve continuamente informarsi e aggiornarsi relativamente all’insieme di tool e CMS in continua evoluzione: essere costantemente formato permetterà di svolgere il lavoro al meglio e di fornire soluzioni efficaci ed efficienti ai propri clienti.

 

Webmaster: le figure con cui collabora

Il Webmaster è una figura altamente specializzata verticalmente e possiede molte conoscenze eterogenee e trasversali, per questo a volte lavora da solo4. 

In molti altri casi, questo genere di professionista, viene coinvolto in progetti più ampi e complessi, per cui potrebberero essere necessarie ulteriori skill: in queste eventualità il Webmaster dovrà necessariamente collaborare con altre figure professionali IT, per esempio: Web Developer, Web Designer e UX Designer.

 

Fonti

1. Chi è e cosa fa il Webmaster, m-webmaster.it
2. Webmaster: una descrizione della professione, comunicaresulweb.com 
3. Webmaster: cos'è e cosa fa, studiosamo.it
4. Webmaster: chi è, cosa fa, quanto guadagna, digital-coach.it

 

Tags

Benvenuto.