Ruolo e principali competenze dell’E-commerce Manager

18.08.2022
Ruolo e principali competenze dell’E-commerce Manager

Ruolo e compiti dell’E-commerce Manager

Le aziende che decidono di vendere online i propri prodotti e/o servizi possono trarre grandi vantaggi. Avere un e-commerce permette infatti di arrivare a un pubblico molto più ampio, composto potenzialmente da tutte le persone che possono usufruire di una rete Internet e che potrebbero essere interessate a quello specifico prodotto e servizio.
Tra i vantaggi derivanti dall’utilizzo di un e-commerce vi è inoltre la possibilità di risparmiare sui costi, sia in termini di personale sia in termini di spazi e logistica. Se in passato gli acquirenti erano più diffidenti nei confronti dei negozi online, attualmente comprare prodotti da computer o da cellulare e riceverli direttamente a casa propria è una pratica sempre più diffusa e comune1.
In questo panorama si inserisce la figura dell’E-commerce Manager.

L’E-commerce Manager è il professionista incaricato di gestire l’e-commerce aziendale e si adopera affinché le vendite online aumentino. Per ottenere risultati positivi, egli si occupa del posizionamento dello store online tramite specifiche campagne di promozione, per esempio sui social. L’E-commerce Manager sviluppa quindi appropriate strategie di marketing per il lancio di un determinato prodotto o servizio2.

Essendo il responsabile delle vendite online, egli può collaborare con molteplici professionisti: dagli sviluppatori agli UX Designer, dagli addetti alla logistica agli specialisti dei media digitali.

Tra i principali compiti che l’E-commerce Manager può svolgere, vi sono:

  • Analizzare il mercato in cui si inseriscono i prodotti o i servizi aziendali e individuare i principali interessi delle buyer personas, anticipandoli;
  • Collaborare allo sviluppo della piattaforma per la realizzazione dell’e-commerce;
  • Definire gli obiettivi di vendita;
  • Progettare e gestire una o più campagne di promozione sui diversi social network che l’azienda utilizza al fine di incrementare le vendite;
  • Monitorare le performance di vendita dei singoli prodotti o servizi - identificando quelli che possono diventare prodotti permanenti dell’azienda;
  • Rimodulare la strategia di marketing dei prodotti o servizi che non hanno raggiunto il target.

E-commerce Manager: skill più comuni

Per diventare E-commerce Manager può essere utile il conseguimento di una laurea in Economia e Management, Ingegneria Gestionale o Informatica3. Tuttavia, data la rapidità con cui le piattaforme e i social network si evolvono, è buona prassi per l’E-commerce Manager continuare ad aggiornarsi sui nuovi trend di mercato e sui più recenti tool che possono essere di supporto nella massimizzazione delle vendite online.

L’E-commerce Manager è un professionista che possiede conoscenze e competenze appartenenti a molteplici ambiti (economico, digitale, gestionale…).

Tra le principali hard skill che si possono ritrovare in questa figura vi sono:

  • Conoscenze in ambito economico;
  • Conoscenza approfondita delle logiche di web marketing e dei principi alla base della SEO - utile per innalzare il posizionamento dell’e-commerce nella Serp di Google;
  • Conoscenza approfondita dei tool di analytics, che permettono di monitorare l’andamento delle strategie di marketing in atto;
  • Conoscenza delle funzionalità dei più utilizzati social network (Instagram, LinkedIn, Facebook, Twitter, YouTube…);
  • Capacità di analizzare i flussi di dati per individuare le corrette decisioni.

Infine, il profilo dell’E-commerce Manager è completato da soft skill quali: predisposizione al problem solving, capacità di gestione e doti organizzative.

 

Fonti

1. E-commerce manager: cosa fa e perchè è importante, italiaonline.it
2. E-commerce Manager, bbs.unibo.it
3. E-commerce manager: quanto guadagna e come diventarlo, money.it

Benvenuto.