Business Information Manager: ruolo e principali competenze

23.03.2021

Il Business Information Manager è una figura strategica, di supporto al business aziendale responsabile della gestione dei sistemi informativi.

Business Information Manager: ruolo e principali competenze

Business Information Manager: di cosa si occupa

Il Business Information Manager è la figura aziendale che si occupa della gestione e del controllo dei sistemi informativi aziendali. Egli propone, pianifica e gestisce l’evoluzione tecnica del sistema informativo, si occupa del suo sviluppo funzionale e conosce in modo approfondito il business principale e il mercato di riferimento dell’azienda.

Il Business Information Manager si occupa di allineare le esigenze del sistema informativo alla strategia di business aziendale, di gestire e implementare gli aggiornamenti dei software e degli hardware in uso e di pianificare le attività periodiche di manutenzione del sistema ICT. 

Il Business Information Manager lavora prevalentemente in aziende e imprese di grandi dimensioni, realtà multinazionali con varie sedi dislocate geograficamente, e a contatto con le principali figure che gestiscono il business, la strategia e l’area IT.

 

Business Information Manager: principali compiti

Il Business Information Manager pianifica e gestisce i sistemi informativi aziendali nel tempo, con il fine di renderli ottimali per gli utenti e di accrescere il business aziendale, tenendo conto dell’impatto diretto che le modifiche effettuate hanno sull’economia dell’azienda.

In particolare, tra i suoi principali compiti ritroviamo:

  • Monitorare i principali trend sul mercato che riguardano i sistemi informatici.
  • Individuare le soluzioni più adatte in termini di funzionalità e relativi costi per la propria azienda.
  • Individuare gli aggiornamenti da apportare ai sistemi per garantire performance ottimali e continuità del business aziendale.
  • Supportare l’area acquisti nella scelta dei migliori strumenti tecnologici e digitali da introdurre in azienda.
  • Gestire e implementare gli aggiornamenti hardware e software.
  • Assicurare la qualità dei servizi informatici adottati dall’azienda.
  • Individuare e tradurre i bisogni dei collaboratori in funzioni specifiche del sistema informativo.
  • Assicurare che tutti gli stakeholder rispettino la strategia e le deadline previste.
  • Elaborare report per validare che la strategia utilizzata sia ottimale.
  • Selezionare e adottare metodi, tools e tecniche di analisi più adatti all’azienda e ai suoi bisogni.
 

Principali competenze del Business Information Manager

Quella del Business Information Manager è una figura che racchiude allo stesso tempo conoscenze tecniche e competenze manageriali.
Tra le sue principali competenze vi sono: 

  • Capacità decisionali.
  • Capacità di leadership, in particolare propensione alla leadership collaborativa.
  • Capacità di motivare e sostenere i propri collaboratori.
  • Attitudine all’ascolto.
  • Doti comunicative e relazionali per comprendere e farsi comprendere in modo efficace.
  • Capacità di problem solving, time management e capacità organizzativa.
  • Capacità di analisi.
  • Esperienza nella stesura di report informativi
  • Capacità di collaborare con le altre aree in azienda. 
  • Capacità di valutazione del rischio.
  • Attitudine all’aggiornamento personale.
  • Conoscenza dei sistemi ICT dal punto di vista dell’architettura.
  • Capacità di valutare quali strumenti e tool sono più adatti all’azienda.

Per diventare un Business Information Manager è indicato avere una laurea in ambito economico (Scienze economiche, Scienze dell’economia, Scienze economico-aziendali) o in ambito informatico, come Scienze e tecnologie informatiche, Informatica, Ingegneria informatica.

Inoltre, data la rapida evoluzione della tecnologia, il Business Information Manager deve essere pronto ad affrontare un costante aggiornamento delle proprie competenze, tanto in ambito informatico quanto in ambito economico.

Benvenuto.