Il nuovo IT Manager: cosa fa e quali nuove competenze deve avere

12.01.2021
Il nuovo IT Manager: cosa fa e quali nuove competenze deve avere

IT Manager e trasformazione digitale

La trasformazione digitale ha coinvolto sempre più aziende, ha portato alla nascita di nuove figure professionali e ha condotto le organizzazioni verso l’adozione di nuove tecnologie (Cloud, Big Data, Machine Learning, Intelligenza Artificiale...) per facilitare i processi e supportare il business aziendale

Questi cambiamenti hanno indotto inevitabilmente la trasformazione di figure preesistenti nel mondo del lavoro e nell’organigramma aziendale, assieme alle loro funzioni e alle loro responsabilità. Tra le figure professionali in ambito Information Technology a subire una delle trasformazioni più consistenti, vi è quella dell’IT Manager. 

Il rinnovamento riguardante la figura dell’IT Manager coinvolge tanto le sue mansioni, quanto i suoi rapporti con la struttura organizzativa dell’azienda di riferimento. L’IT Manager dispone oggi di una visione globale dei processi in azienda, per poter garantire un supporto adeguato all’intera struttura e assicurare una stretta e fruttifera collaborazione tra area tecnica e resto dell’organizzazione. 

L’IT ha acquisito un ruolo sempre più centrale nella strategia di business, portando l’IT Manager ad assumere molta più importanza nell’ambito del management aziendale. Digitalizzazione dei processi, corretto utilizzo dei software a disposizione, integrazione tra i sistemi informativi: tutto ciò coinvolge allo stesso modo aree differenti, le quali hanno bisogno di essere guidate e supportate da un management con una visione a 360° di ciò che avviene in azienda. 

 

IT Manager: di cosa si occupa

L’IT Manager è una figura operativa con un ruolo manageriale. Egli è responsabile dei servizi IT e si occupa della manutenzione e della gestione in generale dei sistemi informativi.
L’IT Manager si occupa poi dell’aspetto consulenziale: deve saper consigliare soluzioni software adatte all’azienda, deve fornire strumenti ottimali per la gestione dei dati e delle informazioni e deve saper suggerire strategie di sicurezza adeguate.

In particolare, tra le sue principali mansioni, in quanto responsabile dell’area tecnica, vi sono:

  • La gestione del suo team
  • Il monitoraggio dei sistemi IT.
  • La pianificazione e lo sviluppo di progetti di empowerment dei sistemi IT.
  • Lo sviluppo di nuovi progetti ex novo.
  • La programmazione della configurazione di nuove macchine e nuovi software.
  • La verifica della corretta gestione del database aziendale.
  • La messa a punto di strategie di cyber security adeguate all’azienda. 
  • La verifica del corretto funzionamento di software per la sicurezza. 
  • La stesura di linee guida, protocolli e procedure funzionali. 
  • La gestione del budget affidato all’area tecnica. 
  • L’identificazione e la gestione di nuove esigenze aziendali che coinvolgono o che potrebbero coinvolgere l’IT.
  • La collaborazione costante con il resto del management.
 

Le competenze del nuovo IT Manager

È evidente ormai come la figura del responsabile IT sia diventata fondamentale e parte integrante della strategia di business della maggior parte delle aziende. La sua funzione di IT governance si fonde agli aspetti tecnici che lo caratterizzano dando vita a una figura nuova, di supporto ai processi e centrale nella gestione aziendale.

Tra le principali competenze tecniche che il nuovo IT Manager deve possedere vi sono:

  • Conoscenza dei principali linguaggi di programmazione.
  • Conoscenza dei principali pacchetti gestionali.
  • Competenze sistemistiche.
  • Competenze in ambito Cyber Security1.
  • Competenze in ambito Software Engineering2.
  • Conoscenza di base in ambito di sviluppo e Web Design.

Per mettere in pratica una strategia di business che sia in linea con i trend e, soprattutto, che segua i repentini cambiamenti imposti dalla trasformazione digitale, l’IT Manager deve possedere competenze che eccedono quelle tecniche, ovvero competenze trasversali, o soft skill, che appaiono sempre di più necessarie e imprescindibili. Vediamone alcune: 

  • Prime fra tutte vi sono le doti interpersonali e comunicative: l’IT Manager, per comprendere le reali esigenze dei suoi collaboratori, deve saper comunicare con loro e con i responsabili delle varie aree, cercando di immedesimarsi e di individuare le cause di eventuali problematiche3
  • Competenze di project management sono poi indispensabili: l’IT Manager deve saper gestire i progetti, il budget, i compiti del proprio team, i sistemi informativi. Tutto ciò agevola il lavoro e conduce l’azienda verso performance positive. 
  • Capacità di problem solving a tutto tondo: il responsabile IT propone le soluzioni migliori per la risoluzione dei problemi, gestisce e coordina i progetti in modo da non incorrere in problematiche, gestisce e pianifica la manutenzione delle infrastrutture IT, redige protocolli e linee guida. 

 

Fonti
1. Il nuovo workplace: prospettive e sfide per gli IT manager, datamanager.it
2. What Skills Are Needed To Be An IT Manager?, financeonline.com
3. IT Manager Skills:7 Traits You Need to Succeed, herzing.edu

 

Benvenuto.