Il Web Project Manager: compiti, competenze e background

03.12.2020

Web Project Manager (WPM) o Digital Project Manager: figura dalle competenze trasversali, rappresenta la nuova evoluzione del project management aziendale.

Il Web Project Manager: compiti, competenze e background

Web Project Manager: cosa fa

Conosciuto anche come Digital Project Manager, il Web Project Manager è una figura professionale legata alla gestione di progetti in ambito web. Esperto in modo trasversale di vendita, tecnologia e gestione delle risorse, egli si pone come tramite, ovvero come punto d’incontro tra aziende, mondo del web e mercato di riferimento, per permettere alle organizzazioni di ottenere performance positive e di raggiungere i loro obiettivi di business. 

Il Web Project Manager si occupa dunque di progetti web, dalla pianificazione alla loro messa in pratica, di sviluppo di soluzioni idonee al raggiungimento degli obiettivi prefissati dalle aziende nel rispetto di vincoli e scadenze, di gestione dei membri del team di cui è a capo e di comunicazione interfunzionale tra team di sviluppo, marketing, communication e anche operations, senza dimenticare fornitori e management.

Si tratta di una figura dinamica e orizzontale, con conoscenze che vanno dall’ambito tecnico a quello economico, da quello legale a quello delle risorse umane, fino ad arrivare a competenze in campo statistico e comprensione degli analytics. 

 

I compiti del Web Project Manager

I principali compiti di un Web Project Manager possono essere riassunti in alcuni punti. Vediamo quali:

  • Valutazioni preliminari: in primo luogo, il Web Project Manager analizza le idee, le strategie aziendali, il mercato di riferimento e i prodotti e i servizi offerti dall’azienda; in secondo luogo consulta tutte le parti che si vedranno coinvolte nella realizzazione e nell’applicazione del progetto. 
  • Progettazione: il WPM si occupa della pianificazione dei risultati, del ciclo di vita del progetto e della sua applicabilità; della preparazione delle specifiche di installazione e modifica; dell’individuazione delle più idonee soluzioni tecniche.
  • Sviluppo: il WPM può anche occuparsi in prima persona della creazione di specifiche parti del progetto, per esempio di alcune sezioni di un sito web o della gestione di una determinata pagina o canale di comunicazione (una newsletter per esempio).
  • Monitoraggio: egli individua soluzioni web di qualità sviluppando e attuando piani di test e monitorando che il flusso di lavoro non sia impedito e che quindi il progetto non necessiti di modifiche.
  • Coordinamento: al fine di ottenere una performance positiva, il WPM lavora coordinando, orientando, formando, assegnando, programmando e istruendo i suoi collaboratori.
  • Analisi: per ottimizzare le attività, il WPM svolge periodiche analisi e sviluppa relativi report sull’andamento e sui risultati del progetto. 
 

Le sue principali competenze

Rispetto alle competenze di un Project Manager tradizionale, le competenze di un Web Project Manager comprendono necessariamente ampie conoscenze tecniche relative al mondo del web. Possiamo elencarne alcune:

  • Buona conoscenza del funzionamento di back end delle principali piattaforme di sviluppo e creazione di siti web; quindi conoscenza del funzionamento dei principali Content Management System (CMS), software per la gestione dei contenuti web (WordPress, WIX, Weebly, Webnode, Jimdo sono tra quelli più utilizzati).
  • Competenze in ambito analytics: saper calcolare, studiare e analizzare dati è fondamentale per l’ottimizzazione delle prestazioni del progetto. 
  • Esperienza nella creazione di strategie: definizione del target, sapersi occupare di lead generation, saper utilizzare al meglio piattaforme, canali e strumenti di comunicazione, ottenere conversioni: tutto ciò caratterizza il profilo di un Web Project Manager.

Tra le sue principali soft skill ritroviamo ottime capacità organizzative e di leadership, competenze di team building e di gestione delle risorse. Un Web Project Manager deve possedere un’attitudine fortemente orientata all’obiettivo, essere in grado di coordinare team anche molto eterogenei tra loro, essere curioso e creativo. 

 

Come diventare Web Project Manager

Commistione di competenze tecniche, digitali e di business, il Web Project Manager può formarsi tramite corsi universitari multidisciplinari (Marketing e Comunicazione, Economia, Statistica, Informatica, lauree umanistiche), ma ciò non basta a ottenere una formazione completa. 

Per sopperire al gap del mondo universitario, molti professionisti scelgono di frequentare e completare corsi specifici di sviluppo web, di programmazione, di comunicazione digitale, digital marketing e di scrittura SEO

Ovviamente, per aumentare il proprio livello di competitività sul mercato del lavoro è molto importante continuare ad aggiornare il proprio know-how, non perdere di vista i trend che possono essere legati al mercato di riferimento della propria azienda e impegnarsi nell’acquisizione di competenze sempre nuove in ambito web. 

Benvenuto.