Chi è il Growth Hacker, cosa fa e quali skill possiede

11.08.2021
Chi è il Growth Hacker, cosa fa e quali skill possiede

Growth Hacker: chi è e di cosa si occupa

Il termine Growth Hacker è stato coniato nel 2010 dall’imprenditore Sean Ellis al fine di identificare una figura professionale digitale la cui importanza è aumentata negli ultimi anni. In particolare, il Growth Hacker è un professionista che si occupa principalmente di ideare strategie di digital marketing innovative e a basso costo che sostengono una rapida crescita del business aziendale1.

Il concetto di Growth Hacking prende le mosse dall’ambiente delle startup: queste realtà, per poter crescere in modo sostenibile, soprattutto in una fase iniziale, dovrebbero pensare fuori dagli schemi, senza, però, dimenticare le tecniche tradizionali. Questo concetto, con il passare del tempo, si è diffuso anche tra aziende strutturate e consolidate che vogliono modernizzare le proprie strategie.

Il lavoro del Growth Hacker consiste nell’analizzare grandi moli di dati e utilizzare i risultati di queste analisi per sviluppare modelli di digital marketing non convenzionale. Poter disporre di dati è dunque fondamentale per poter avviare il processo di Growth Hacking. Questi dati provengono dai differenti touch point digitali che le aziende possono attivare (per esempio, newsletter, profili social, blog aziendali…). Se, per qualche motivo, non si possiedono sufficienti dati, il processo di Growth Hacking non può avvenire.

Una volta elaborati i dati e definiti i modelli di digital marketing, il Growth Hacker mette in pratica quanto stabilito e poi effettua continui interventi per modificare la strategia in base ai feedback ricevuti e agli insight rilevati: non esiste una tattica vincente, si tratta di cercare continuamente la strada adeguata, modificando di conseguenza le proprie attività.

Questa continua modificazione delle strategie, fa sì che il lavoro del Growth Hacker assomigli a un esperimento scientifico e, come tale, dovrebbe essere:

  • Scalabile, cioè dovrebbe condurre a dei risultati oggettivi;
  • Ripetibile, cioè dovrebbe essere replicabile in momenti differenti;
  • Misurabile, con le adeguate metriche. 

Per poter svolgere al meglio il proprio lavoro, solitamente il Growth Hacker lavora in team con altri professionisti che si occupano di Marketing, di Business o di Operation. Per esempio, l’E-commerce Manager, il Web Analyst o il Digital Mentor.

 

Growth Hacker: le hard skill

Il Growth Hacker è una figura professionale ibrida: per poter ricoprire questo ruolo non esiste un unico percorso di formazione. Generalmente, il Growth Hacker proviene da studi accademici scientifici, informatici o ingegneristici.

Le conoscenze digital possedute dal Growth Hacker dovrebbero riguardare2:

  • Le principali piattaforme di social networking;
  • Gli strumenti di CMS (Content Management System) più diffusi;
  • Le più comuni tecniche di User Experience e User Interface;
  • Le principali strategie di marketing virale;
  • Le tecniche SEO (Search Engine Optimization) più diffuse;
  • I linguaggi di programmazione più utilizzati (per esempio, Python);
  • Le strategie di copywriting creativo;
  • Le tecniche di analisi dei dati.

 

Growth Hacker: le soft skill

Il Growth Hacker è un professionista che presenta molteplici conoscenze e competenze trasversali e multidisciplinari.

Come per le hard skill, anche per le soft skill è possibile identificare un elenco di competenze principalmente possedute dal Growth Hacker3:

  • Spirito imprenditoriale, per poter sviluppare la visione aziendale;
  • Leadership, per riuscire a raggiungere l’obiettivo insieme al proprio team;
  • Project Management, per gestire i processi necessari alla crescita del business;
  • Versatilità, per poter modificare la strategia secondo le necessità;
  • Orientamento al risultato, per poter raggiungere l’obiettivo nei tempi e con i costi previsti;
  • Curiosità, per cercare sempre strade alternative a quelle già percorse.

 

Fonti
1. Growth Hacker: chi è e cosa fa in azienda, cultadv.com
2. Growth hacker, chi è e cosa fa, puntoecommerce.it
3. Growth hacker: mindset e strumenti per far crescere il tuo business, blog.leevia.com

Benvenuto.